E.A. : Comune di Perugia
VISTA: STRUTTURA ORGANIZZATIVA            
STRUTTURE :
ITEM SELEZIONATO : Espatrio

  CONTATTI--> DETTAGLIO STRUTTURA <--
PER VISUALIZZARE GLI ORARI, SCEGLIERE UNA STRUTTURA.
 Descrizione 

  Con la CARTA DI IDENTITA', LASCIAPASSARE PER L'ESPATRIO si può espatriare in:

 Albania - Austria  - Belgio - Bosnia Erzegovina - Bulgaria - Cipro- Croazia - Danimarca  EIRE/Irlanda  - Estonia -  Finlandia  - Francia - Germania  - Gibilterra - Gran Bretagna - Grecia  - Islanda  - Lettonia -  Liechtenstein  - Lituania -  Macedonia - Malta - Norvegia  - Olanda -  Polonia - Portogallo - Principato di Monaco - Repubblica Ceca  Repubbblica Montenegro (solo per i soggiorni fino a trenta (30) giorni) - Slovacchia - Slovenia -  Spagna  -  Svezia  - Svizzera  - Ungheria. 

Lussemburgo: si può espatriare con la CARTA DI IDENTITA'  ma non si  può espatriare con il Lasciapassare per l'espatrio, in mancanza di carta di identità  occorre il passaporto.

Egitto:  per fare ingresso in Egitto è sufficiente presentare la carta di identità ed un modulo appositamene predisposto dalle autorità egiziane. Tale modulo sarà in distribuzione sull'aereo o all'aereoporto di arrivo, prima del controllo dei documenti, debitamente compilato. Ciascun viaggiatore dovrà avere con sé due fotografie recenti formato tessera, una delle quali verrà incollata sul citato modulo a cura delle Autorità Egiziane. I minori di 14 anni possono espatriare per turismo esclusivamente con il passaporto in quanto la  carta di identità elettronica, non riportando i dati relativi ai genitori, non  viene accettata dalle autorità egiziana neanche se alla carta viene allegato  l’estratto di nascita plurilingue con paternità e maternità.

Romania: le Autorità Rumene permettono l'ingresso in Romania in favore dei cittadini dell'Unione Europea senza visto ai viaggiatori muniti di passaporto o carta di identità per un periodo massimo di 30 giorni.

Marocco: solo con viaggi organizzati;

Tunisia:   solo con viaggi organizzati;
Turchia:   solo con viaggi organizzati                                         
 
Per  minori di anni 15 non in possesso di un documento d'identità, sarà necessario che gli stessi siano registrati nel passaporto del genitore che li accompagna. Dal 25 novembre 2009, tuttavia sono cambiate alcune regole per il passaporto per i minori. Ora infatti,  il minore si deve dotare di un passaporto individuale, pertanto non sarà più possibile per il genitore iscrivere il figlio minore sul proprio passaporto.

Validità

Per poter garantire una maggiore individualità e sicurezza ai minori la normativa prevede due diversi tempi di validità del documento in modo da aggiornare la fotografia del titolare.
La validità temporale del passaporto per i minori varia in base a delle fasce di età.
Minore da 0 a 3 anni: validità triennale;
Minore dai 3 ai 18 anni: validità quinquennale.

Tutti i cittadini che hanno richiesto il passaporto in data antecedente a quella del 25 novembre 2009 e che hanno richiesto l'iscrizione del figlio minore avranno il documento così come richiesto all'atto della consegna in questura.
Farà fede il timbro con la data di accettazione dell'istanza
.

N.B. I passaporti in corso di validità restano utilizzabili fino alla loro data di scadenza.  Anche i passaporti individuali rilasciati ai minori, anteriormente alla data di entrata in vigore della nuova normativa (25 novembre 2009), con durata decennale, sono validi fino alla scadenza.

Si precisa inoltre che, nel caso di minori con decreto legge 13/05/2011 n. 70 in vigore dal 14/05/2011 la realtà è cambiata.

La carta d'identità, infatti, avrà una durata dipendente dall'età anagrafica del cittadino, secondo le seguenti regole:

A) 3 anni, per i minori di anni 3;

B) 5 anni, nella fascia di età 3-18 anni;

C) 10 anni, per i maggiorenni.

Pertanto anche il minore può viaggiare:

1) con la carta d'identità a prescindere dal'età anagrafica;

  • con un passaporto individuale, restando in vigore le normative precedenti che consentono l'espatrio del minore;

  • fino a 15 anni, con un certificato o estratto di nascita vidimato dal questore (cosiddetto lasciapassare);

fino a 16 anni nel caso in cui sia iscritto nel passaporto del genitore o di chi ne fa le veci (fino alla scadenza del documento stesso a prescindere dall'età del minore, purché il documento sia stato rilasciato prima del 25 novembre 2009).

                                                   
   

 

   Carta di identità elettronica